Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


RAP Forum

RAP Shop
Info
Contacts
Forum
Collaboratori di RAP
English Articles
Siti Amici
Wabikusa
Schede Piante
Articoli Tecnici
Tecniche Riproduzione
Foto Piante
Alghe
RAP Algae
Coltivazione Emersa
Allestimenti
Layout & Manutenzione
Illuminazione
Allevamento Caridine
YouTube Channel
Le News

Share on Facebook

Il Deserto di Coralli
04_08_2011_equo_vasca_11_iannella_massimo

Acquario: Ottavi 40x40x40 cm 64 litri lordi

Illuminazione: 2xPL 36W 8000K, con fotoperiodo di 8 ore al giorno.

Filtraggio: Askoll Pratiko Fluval con Acqua Stop System, materiali Equo STILLA, ADSORBO (zeoliti)

Substrato: Equo Vigor Plus, Eden

Fertilizzazione: Equo FLORIDO: G7+, Tracce, P7, N7, K7, H24, Fe&Mg, C7 - Linfa, Stabilo KH, Integra GH, Bio Extra, Bacterya, Bio Alganex

CO2: 2bolle/sec (circa 25ppm)

Conduzione: cambio acqua uno a settimana/10gg del 40%

Arredi: Rocce chiare (senza marca)

Specie vegetali:

Eriocaulon sp. 'Goias'

Eriocaulon sp. 'Australia I'

Staurogyne sp. 'Porto Velho'

Rotala indica - erroneous Ammannia sp. 'Bonsai'

Limnophila sp. 'Vietnam'

Eichhornia diversifolia

Eichhornia azurea

Microcarpaea minima

Chiloscyphus polyanthos - Lippen Moss

Bucephalandra sp. 'Sintang'

Bucephalandra sp. 'North Sanggau'

Ottelia ulvifolia

Anubias barteri 'Bonsai'

Cryptocoryne cordata 'Rosanervig'

Pogostemon stellatus var. 'Octopus'

Utricularia graminifolia

Rotala sp. 'Colorata'

Heteranthera zosterifolia

Ceratophyllum demersum 'Messico'

Hydrocharis morsus-ranae

Limnobium laevigatum

Specie animali:

Cantonensis sp. 'Crystal Red/Black'


CONSIDERAZIONI FINALI 09/12/2011

equo_iannella_massimo_fine_deserto_coralli

Dopo un anno d'allestimento di questo acquario, realizzato e condotto interamente con il protocollo équo, ho effettuato un'ultima fotografia prima dello smantellamento. In questa immagine la vasca già era gestita con parametri molto più bassi rispetto all'inizio perchè ormai avevo deciso di togliere questo allestimento da tempo. La cosa straordinaria è che, seppur avendo ridotto notevolmente i cambi d'acqua e fertilizzato in maniera molto blanda con i prodotti dell'azienda, le piante hanno mantenuto una buona risposta e le nuove Bucephalandra spp. inserite ne hanno beneficiato in maniera ottimale senza presentare problemi o danneggiamenti (ved. problema di queste specie sulle foglie). In definitiva posso ritenere il protocollo èquo di ottima qualità perchè offre la possibilità di mantenere in acquario piante anche molto esigenti a patto che gli interventi di fertilizzazione siano eseguiti quasi quotidianamente e con i giusti dosaggi. Importante, a mio parere, è la costituzione del fondo in fase di allestimento che non deve mancare della componente fertilizzante "Vigor Plus", prodotto fondamentale per garantire una longevità maggiore della vasca ed il supporto a specie che assorbono elementi maggiormente dal fondo (ved. Eriocaulon spp, Cryptocoryne spp., etc). La risposta della Cryptocoryne cordata 'Rosanervig' è stata straordinaria, la classica, difficile ed ambita colorazione si è mantenuta grazie al buon bilanciamento degli elementi nutritivi del fondo fertile Vigor e della terra argillosa Eden che permette e garantisce a lungo uno scambio cationico/anionico ottimale verso numerosi elementi, anche come Fosforo (importante elemento che se presente e disponibile nel fondo dona idonea colorazione a Cryptocoryne cordata 'Rosanervig' ndr). Inoltre, grazie anche ad una buona granulometria (che personalmente però la ridurrei ancora un pò perchè in vasche piccole rimane grossolana e sproporzionata se non fosse setacciata) gli stoloni della rara Cryptocoryne si sono estesi producendo più piantine nuove (la specie è molto lenta). Considerazioni molto positive anche sui prodotti relativi ai batteri che, per le diverse tipologie offerte, sono davvero utili sia per il veloce instaurarsi delle colonie (sono liquidi, Bacterya e Bio Extra) che per combattere in maniera efficace le alghe (Bio Alganex). Ottimi anche gli integratori per KH e GH che nella confezione a bustine risultano pratici e di facile dosaggio.

Menzione particolare a cui vorrei veramente fare un elogio ad équo è per il prodotto C7: un liquido (a base di Glutaraldeide) che offre molteplici utilizzi, sia come fertilizzante a base di Carbonio per le piante, che sia per un'efficace antagonismo contro le alghe. In questo ultimo caso è fenomenale come, nei dosaggi riportati dall'azienda e nei miei test pubblicati sul sito, riesca ad uccidere alghe verdi come la temutissima Cladophora crispata attraverso un trattamento specifico e continuo nel tempo.

Massimo Iannella


Premessa di Iannella Massimo
equo_logoQuesto test della linea équo sui prodotti per la conduzione di un plantacquario sarà importante per descriverne il loro utilizzo e la loro applicazione in determinate circostanze e problematiche negli acquari. Mi tengono ovviamente lontano dalla parte commerciale per la mia passione e professionalità che daranno invece modo di osservare e criticare i risultati. Come sapete sto gestendo due vasche utilizzando il protocollo équo, attualmente verifico ed annoto tutti gli interventi fatti nella vasca n. 12 "il deserto di coralli"; successivamente presenterò un altro lavoro che porto avanti da tempo nella vasca n. 9 utilizzando sempre la stessa linea dove però coltivo piante rosse particolarmente difficili: questa esperienza maturata mi permette fin da subito di essere in grado di dare delle risposte congrue sui prodotti équo. La conduzione sinergica tra Voi utenti e me in questo lavoro (che si sviluppa sul forum), aiuterà a dimostrare la qualità dei prodotti di questa Azienda ITALIANA che sta crescendo notevolmente grazie al consenso di tantissimi appassionati anche Europei, dando una valida alternativa alle altre linee in commercio. I miei test servono a verificare quanto detto, ma saranno ancor piu’ utili quando verranno confermati dalle positive esperienze di altri utilizzatori così da poter migliorare e comprendere totalmente l’uso dell’ampia linea proposta dalla équo. Ringrazio Mauro Calabrese, Marco Stacchiotti e l'amico Maurizio di Sarra (Acquari di Sarra) per la disponibilità dimostrata per RareAquaticPlants scelta come riferimento per la coltivazione di piante rare e complesse con l'uso di équo e la possibilità di effettuare questo importante lavoro.

La maggior parte delle mie piante sono coltivate in vasche prive di layout dove non si possono apprezzare le caratteristiche delle specie in un insieme artistico. Precedentemente ho realizzato alcuni lavori che ormai risalgono a più di tre anni fa quando ancora non possedevo questa mole di specie rare ed interessanti che mi permetterebbero di creare layout nuovi e suggestivi sicuramente mai vista prima. Già da tempo avevo in testa di realizzare un lavoro in modo da dare delle indicazioni su come allestisco un acquario, la procedura passo passo con la descrizione tecnica e fotografica  nonché lo stato di avanzamento del progetto nel tempo attraverso opportuna conduzione. La convinzione mi è giunta quando per motivi di riallestimento della vasca n. 9 ho utilizzato parte della linea équo ottenendo risultati sorprendenti. Senza dilungarmi troppo sulla descrizione di questa Azienda Italiana e i suoi prodotti, che sono ampiamente presentati sul sito équoitaly , passo alle fasi di allestimento.

 

>L’articolo è in continuo aggiornamento anche sul Forum<

>Clicca qui<


 

La vasca L'illuminazione Il filtro L'impianto CO2
Il substrato Il layout Allestimento e Piante La conduzione
Le Alghe Aggiornamento Situazione
La vasca
E' un acquario aperto della Ottavi con dimensioni cubiche di 40x40x40 cm, 64 litri lordi, rifinitura basale in alluminio e mobile di colore grigio con ampio spazio per filtro e impianto Co2. l'incollaggio dei vetri è ben fatto e il silicone in eccesso è rifilato abbastanza bene.
acquario_ottavi
Illuminazione
Ho messo una plafoniera della Wind sospesa da 18W modificata però con due lampade PL da 24W l'una e 8000K (si vedono nelle foto sopra) sostituendo i reattori con due mini Relco (nella foto) chiusi in una normale scatola di derivazione per esterni. Non li ho inclusi nel coperchio in alluminio per questioni di surriscaldamento e di spazio, il cavo di collegamento tra gli attacchi delle lampade e gli starter è quello utilizzato per comuni citofoni perchè costituito da ben 8 fili sottili racchiusi in una guaina dallo spessore ridotto.
lampada_wind_18w_attacco
lampada_wind_18w_reattori
Relco_ballast_24w
Il filtro
E' un Askoll Pratiko Fluval con Acqua Stop System, piccolo filtro usato che eroga notevole flusso e circolo dell'acqua. Ho tolto i raccordi sulle uscite appena sopra la calotta perchè a volte tendono a saltare con le conseguenze che lascio immaginare e ho messo i tubi in gomma direttamente sui monconi stretti per bene con delle comuni fascette da elettricista. Sinceramente avrei preferito un sistema di filtraggio più ampio perchè ho fatto fatica ad inserire il  materiale (anche perchè si dovrebbero utilizzare quelli appositi della casa) in particolare la lana perlon che l'ho dovuta incastrare usando una stecchetta di bamboo. Comunque per la grandezza della vasca e la fauna prevista questo filtro và più che bene. All'interno ci sono due cassettini uno sopra l'altro che l'ho riempiti rispettivamente con Adsorbo Mix di Zeoliti e Stilla Filtrante Bio-minerale Ultraporoso preventivamente sciacquati con cura in quanto presentano notevole quantità di polveri. Non ho mai utlizzato le zeoliti nel filtro, di solito nella maggior parte delle mie vasche non costituisco una filtrazione batterica nitrificante perchè ho poca fauna e preferisco lasciare in circolo quel poco NH4 che si forma perchè preferito dalle piante, questa volta l'uso di zeoliti determinerà un mio test che dovrebbe evidenziare successivamente un controllo ottimale dell'NH4, dell'NH3, del NO3 e soprattutto del PO4 che verranno assorbiti grazie alla complessa architettura interna del minerale adatto a questo scopo. Come supporto per l'instaurazione della flora batterica uso il prodotto Stilla che la casa lo descrive come "bio-minerale ultraporoso", sicuramente una buona scelta verso un materiale naturale molto leggero al posto dei soliti cannollicchi: una confezione di circa 800ml (molto piccola, si vede in foto) basta per il filtraggio di un acquario di 100litri con giusta fauna in rapporto.
askoll_pratiko_filtro
equo_adsorbo_zeoliti
equo_adsorbo_zeoliti_1
equo_stilla_biomineral
equo_stilla_biomineral_stone
askoll_pratiko_filtro_installing_equo_zeoliti
askoll_pratiko_filtro_installing_equo_biomineral
askoll_pratiko_filtro_installing_perlon
Impianto CO2
Per motivi di funzionalità e manutenzione preferisco sempre dotare le vasche con impianto CO2 a bombola; come di consueto è composto da una bombola, in questo caso da 5Kg, gruppo riduttore (Aquili), elettrovalvola e diffusore. Quest'ultimo presto sarà sostituito con un Askoll che rispetto a quelli che si trovano in commercio effettua realmente una micronizzazione molto fine permettendo una veicolazione migliore della CO2 e un risparmio consistente riducendo altresì l'erogazione del gas. La somministrazione sarà fin da subito pari a circa 15-20ppm per sopperire alle necessità delle esigenti specie che ho deciso di mettere in questo acquario e per mantenere il pH basso.
CO2_system_allestimento_equo
Il substrato
Come fondo fertile ho utilizzato il Vigor Plus (la èquo lo consiglia per acquari molto piantumati), una base ricca di elementi nutritivi che si differenzia dal Vigor normale per l'aggiunta di un fertilizzante chiuso in una bustina all'interno del pacco da aggiungere in fase di allestimento (come mostrato nelle foto), una scelta intelligente per garantire l'integrità del fertilizzante che invece a contatto con la terra potrebbe sfaldarsi e rilasciare notevole quantità di nutrienti. Il Plus a prima vista sembra un composto a lenta cessione, sono palline molto dure simili ad osmocote, il Vigor è costituito da inerti grossolani molto porosi e leggeri (secondo me pietre vulcaniche), torba e particelle dal riflesso metallico forse minerali o fertilizzanti. Comunque mi sembra ben fatto anche secondo me sarebbe stato positivo inserire nel substrato batteri attivatori in polvere e del carbone in granuli che l'azienda invece commercializza separatamente (credo per una questione di miglior conservazione e durata dei ceppi) con i prodotti Bio-Soil e Bio-Soil Tabs. Sopra il Vigor plus ho collocato la terra Eden fina che somiglia molto ad Akadama, prima però l'ho dovuta setacciare perchè è costituita da una percentuale di granelli superiori a 3mm che renderebbero il layout un pò pesante e fuori proporzioni soprattutto in acquari piccoli. L'azienda mi ha comunicato che presto introdurrà un nuovo prodotto denominato "Eden 3mm" adatto a questo scopo. La separazione delle granulometrie permette di ottenere circa 1/4 di granelli grandi e 3/4 di fini che si utilizzeranno i primi per la parte sottostante e i secondi a coprire il tutto. Questo metodo fa sì che si crei ancora migliore circolazione di ossigeno negli strati più interni e scongiurare la formazione di zone anossiche soprattutto in allestimenti (come il mio) dove si costituisce uno spessore del terreno molto alto (>10cm).

La terra Eden fina ancora da setacciare - si vedono le diverse granulometrie presenti
quo_eden_fina
setaccio_per_eden
Eden setacciata - a sx la granulometria spessa e a dx la fine
equo_eden_setacciata
Terra Eden - granulometria setacciata grande
equo_eden_setacciata_grande
Terra Eden - granulometria setacciata fine
equo_eden_setacciata_fina
Il Vigor Plus
equo_vigor
equo_vigor_posa
equo_vigor_steso
equo_vigor_plus_particolare
equo_vigor_plus_posa
equo_plus_sopra_vigor
equo_vigor_plus_coperto
La posa su Vigor Plus della terra Eden granulometria più grande
posa_terra_eden_setaccio_grande1_equo_vasca_11_iannella_massimo
posa_terra_eden_setaccio_grande_equo_vasca_11_iannella_massimo
La posa della terra Eden setacciata fine su quella di granulometria più grande
eden_fina_sopra_grande
Il Layout
Avevo in mente questo progetto già da molto tempo, la scelta è stata quella di creare un layout nuovo, inusuale soprattutto per la tipologia e rarità delle piante utilizzate che proprio per la particolare morfologia riescono a dare un risultato mai visto prima. In relazione a questo e per mettere in risalto le specie vegetali ho scelto due grandi rocce molto piatte e lunghe in modo da creare una sorta di "vaso" per contenere il substrato e avere modo di formare una collina molto alta (circa 20cm) utile per distribuire gli Eriocaulon sp. a "cascata" come in un deserto roccioso. Il posizionamento delle rocce non è stato immediato, ho effettuato molte prove cercando di non smuovere troppo il substrato per evitare il mescolamento delle due granulometrie. Ho voluto infrangere una regola importante mettendo una pietra (quella sx) direttamente al fronte dell'osservatore per determinare uno squilibrio che ho scelto di "alleggerire" continuando la linea della roccia alzando il substrato sino al vetro frontale. Questa scelta è stata determinata dalla volontà di manifestare una sensazione di movimento che sarebbe stata nulla posizionando questa roccia come "piede" della montagna spostandola più verso sinistra, inoltre la morfologia delle piante (in particolare Eriocaulon sp. 'Australia I') offrono all'osservatore la sicurezza dell'ancoraggio delle stesse e la stabilità che si determina nella parte destra del layout.

La roccia sinistra
roccia_equo_vasca_11_iannella_massimo
roccia1_equo_vasca_11_iannella_massimo
La roccia destra
roccia3_equo_vasca_11_iannella_massimo
roccia2_equo_vasca_11_iannella_massimo
La composizione
posa_terra_eden1_equo_vasca_11_iannella_massimo
Il lato destro
posa_terra_eden_lato_dx_equo_vasca_11_iannella_massimo
Il lato sinistro
posa_terra_eden_equo_lato_sx_vasca_11_iannella_massimo
Allestimento e Piante
Terminata questa fase procedo con il riempimento della vasca utilizzando circa 2/3 di acqua osmotica e 1/3 di rubinetto (valori di quest'ultima circa: pH 8.00-KH 8-GH 14-16) introdotti, per un'altezza di almeno 20cm dal fondo, utilizzando un bricco da un litro e ponendo la mano sotto in modo da far scendere l'acqua delicatamente senza spostare il substrato. Operazione lunga che, meglio del piatto o dell'uso di una busta, permette di non creare uno spostamento dei materiali e il sollevamento del Vigor che porterebbe in colonna notevoli quantità di nutrienti. Successivamente ho posizionato un tubo con una ventosa e dal serbatoio attraverso una pompa ho riempito la restante parte dell'acquario.
riempimento_acqua1_equo_vasca_11_iannella_massimo
riempimento_acqua_equo_vasca_11_iannella_massimo
riempimento_acqua_completo_equo_vasca_11_iannella_massimo
Bacterya della èquo, attivatore biologico (doso una fiala da 5ml a settimana per 4 settimane)
equo_bacterya_2_equo_vasca_11_iannella_massimo
equo_bacterya_1_equo_vasca_11_iannella_massimo
equo_bacterya_fiala_equo_vasca_11_iannella_massimo
equo_bacterya_fiala1_equo_vasca_11_iannella_massimo
L'aggiunta di équo Stabilo KH+ (gr. 6,5 su 64 litri lordi) per portare il valore a 3-5 punti
equo_stabilo_KH
equo_stabilo_KH_dosaggio
Le piante
Le specie che ho deciso di inserire sono molto rare e particolarmente difficili, scelta mirata a testare la bontà dei prodotti èquo. Sono essenze che difficilmente si vedono nei layout delle vasche degli appassionati nazionali ed internazionali, non si trovano in commercio e la diffusione avviene solo attraverso scambio tra coltivatori hobbisti. Di seguito la lista delle piante che attualmente sono presenti nell'acquario:

- Eriocaulon sp. 'Goias'
- Eriocaulon sp. 'Australia I'
- Eriocaulon setaceum
- Tonina fluviatilis
- Staurogyne sp. 'Porto Velho'
- Rotala indica - erroneous Ammannia sp. 'Bonsai'
- Limnophila sp. 'Vietnam'
- Isoetes velata var. sicula
- Echinodorus opacus Rataj
- Eicchornia diversifolia
- Eicchornia azurea
- Microcarpaea minima
- Chiloscyphus polyanthos - Lippen Moss
- Bucephalandra sp. 'Sintang'
- Bucephalandra sp. 'North Sanggau'
- Juncus repens
- Elatine triandra
- Ottelia ulvifolia
- Anubias barteri 'Bonsai'
- Cryptocoryne cordata 'Rosanervig'
- Pogostemon stellatus var. 'Octopus'

Alcune specie utilizzate

Limnophila sp. 'Vietnam'
limnophila_sp_vietnam_allestimento_e_piante_equo_vasca_11_iannella_massimo
Eicchornia azurea
eicchornia_azurea_allestimento_e_piante_equo_vasca_11_iannella_massimo
Rotala indica (al centro)
rotala_indica_allestimento_e_piante_equo_vasca_11_iannella_massimo
Eriocaulon sp. 'Goias'
allestimento_e_piante_eriocaulon_goias_equo_vasca_11_iannella_massimo
Isoetes velata var. sicula
isoetes_velata_var_sicula_allestimento_e_piante_equo_vasca_11_iannella_massimo
Trithuria lanterna (erroneous Eriocaulon sp. 'Australia red' - Vomited blood
allestimento_e_piante_trithuria_lanterna_australia_red_equo_vasca_11_iannella_massimo
Bucephalandra sp. 'Sintang'
bucephalandra_sp_sintag_allestimento_e_piante_equo_vasca_11_iannella_massimo
La piantumazione
allestimento_e_piante_3_equo_vasca_11_iannella_massimo
allestimento_e_piante_2_equo_vasca_11_iannella_massimo
allestimento_e_piante_1_equo_vasca_11_iannella_massimo
allestimento_e_piante_fronte_equo_vasca_11_iannella_massimo
allestimento_e_piante_dx_equo_vasca_11_iannella_massimo
allestimento_e_piante_sx_equo_vasca_11_iannella_massimo
equo_vasca_11_iannella_massimo_7
equo_vasca_11_iannella_massimo_8
equo_vasca_11_iannella_massimo_9
equo_vasca_11_iannella_massimo_10
equo_vasca_11_iannella_massimo_11

La conduzione

Dal giorno 08/02/2011 la conduzione consiste nei seguenti interventi:

Fertilizzazione quotidiana
-1ml G7+
-1ml K7
-0,3-0,4ml H24
-1ml C7

Fertilizzazione 2 volte a settimana
-3ml Fe & Mg
-2ml P7

Cambi d'acqua
-una volta a settimana del 50% con acqua osmotica e di rubinetto
-integrazione KH e GH con Linfa, Stabilo KH e Stabilo GH
-valori acqua pH 6.50-7.00, KH 3-4, GH 6-8

Batteri
-5ml a settimana di Bacterya
-5ml ogni due settimane di Bio Alganex

Illuminazione
-otto ore continuative con due PL da 24W 8000K e otto LED CREE di 600lm l'uno a 6500K

Alimentazione Animali
- Crystal Red/Black, vengono alimentate con Shirakura Ebi Dama
_______________________________________________________________________________________________________________________________________

Tutti i valori ed i prodotti elencati sotto sono relativi al periodo 23/11/2010 (giorno dell'allestimento) al 28/11/2010

- équo G7+  0,1ml al giorno
- équo K7 0,2ml al giorno
- équo H24 0,1ml al giorno
- équo Stabilo KH+ 5gr una volta a settimana mantenendo un KH di circa 3 punti
- équo Bacterya 5ml in allestimento e una volta a settimana
- équo Bio-Extra 5ml a settimana

I parametri

KH 3
GH 3-5
pH <7.00
NO3 --
NO2 --
PO4 --
Fe --
Temp 24C°
Illuminazione 6 ore continue (6 ore per 15gg, poi 7 ore per circa un 30-45gg)
Cambio acqua una volta a settimana con 20 litri (15 osmotica e 5 rubinetto)
Pulizia filtro cambio lana perlon una volta al mese

Gli interventi effettuati dal 28/11/2010
In questo paragrafo elenco di volta in volta tutti gli interventi effettuati quotidianamente in modo da permettere una visione completa ed aggiornata delle procedure e prenderne spunto. I chiarimenti e le domande possono essere richiesti nella discussione aperta sul forum relativa a questa vasca (clicca negli appositi links in alto). Le concentrazioni sono espresse in ml, i valori e gli interventi di rilievo con sfondo giallo. Per le informazioni sui prodotti utlizzati consultare il sito dell'Azienda (ho cercato di mantenere i nomi come indicato sulle etichette dei prodotti).

A seguire le date e gli interventi effettuati:

- Anno 2010
- 28/11: 0,5G7+/0,5K7/0,1ml Bio-Extra
- 29/11: 0,3G7+/6,5gr Stabilo KH+/KH 2
- 30/11: 0,5G7+/0,1H24/0,5K7
- 01/12: 0,3G7+/0,1H24/0,5K7/GH 3
- 02/12: 0,3G7+/0,3H24/0,5K7
- 03/12: 0,4G7+/0,4H24/0,5K7
- 04/12: 0,4G7+/0,3H24/0,5K7/5ml Bacterya
- 05/12: 0,3G7+/0,2H24/0,5K7
passaggio luce a 7 ore
sviluppo di alghe verdi filamentose
- 06/12: 0,4G7+/0,1H24/0,5K7
cambio acqua 15lt (10 osmo e 5 rubinetto)
- 07/12: 0,4G7+/0,4H24/0,5K7/1Fe & Mg
- 08/12: 0,3G7+/0,2H24/0,5K7/2Fe & Mg
- 09/12: 0,3G7+/--H24/0,5K7/5ml Bacterya
- 10/12: 0,5G7+/0,1H24/0,5K7
- 11/12: 0,5G7+/0,5H24/0,5K7/1 ml Bio-Extra
Fe 0,03ppm/No3 22,8ppm
cambio acqua 30lt (30lt osmotica)
piante aggiunte per contrastare alghe:
- Heteranthera zoosterifolia 2 steli
- Ceratophyllum demersum var. Messico 2 steli
- Pistia stratiotes 1 piantina galleggiante
- 12/12: 0,5G7+/0,5H24/0,5K7/1 ml Bio Extra/5 ml Bio Alganex
- 13/12: 1G7+/0,6H24/0,5K7/1 ml Bio Extra
- 14/12: 0,8G7+/0,5H24/0,5K7/1 ml Bio Extra
KH2/6,5gr Stabilo KH+
- 15/12: 1 ml Bio Extra/5 ml Bio Alganex
NO3 21,9ppm/cambio acqua 20lt (20lt osmotica)
- 16/12: 0,5G7+/0,5H24/0,5K7
- 17/12: 0,5G7+/0,5H24/0,5K7/5 ml Bio Alganex
- 18/12: 0,3G7+/0,3H24/1K7
- 19/12: 0,5G7+/0,4H24/0,5K7
NO3 16,1ppm/ cambio acqua 30lt (20lt osmotica 10lt rubinetto)
- 20/12: 0,8G7+/1H24/1K7
KH3/PO4 0,5ppm/Fe 0,21 ppm
- 21/12: 0,5G7+/0,5H24/1K7
NO3 10,2 ppm/passaggio luce 8 ore continuative
- 22/12: 5ml Bio Alganex/5ml Bacterya
- 23/12: NO3 11ppm
- 25/12: NO3 13,3ppm
- 26/12: 1G7+/0,5H24/1K7/5ml Bacterya
cambio acqua 40lt (30lt osmotica 10lt rubinetto)
- 27/12: 0,5G7+/0,3H24/0,5K7
- 28/12: 1G7+/1K7/1Fe & Mg
inserimento mazzetto di Rotala rotundifolia
- 29/12: 0,5G7+/0,3H24/0,5K7
- 30/12: 0,5G7+/0,2H24/0,5K7
NO3 10,1ppm
- 31/12: 5ml Bio Alga/5ml Bio Extra
- Anno 2011
- 02/01: 0,5G7+/0,3H24/0,5K7
- 03/01: 1G7+/0,5H24/1K7
NO3 16,2ppm/cambio acqua 50lt (40lt osmotica 10lt rubinetto)
- 04/01: 0,5G7+/0,5H24/0,5K7/1Fe & Mg
- 05/01: 0,5G7+/0,5H24/0,5K7/1Fe & Mg
- 06/01: 0,5G7+/0,2H24/0,5K7/4Fe & Mg
KH3/GH2/7gr di Integra GH+/inserimento di circa 30 Crystal red/Black
- 07/01: 0,5G7+/0,5K7/0,3H24
- 08/01: 0,5G7+/0,5K7/1Fe & Mg
- 09/01: 0,3G7+/1K7/NO3 13,6
- 10/01: 0,5G7+/0,5K7/2Fe & Mg/cambio acqua 30lt (20lt osmotica 10lt rubinetto)
5ml Bacterya/5ml Bio Alganex
- 11/01: 0,5G7+/0,5K7/0,3H24/1Fe & Mg
- 12/01: 1G7+/0,5K7/0,5H24/10gr LINFA
- 14/01: 0,5G7+/0,5K7/0,5H24/inserimento barra con LED (leggi sopra)
- 15/01: 0,5G7+/0,5K7/0,5H24
- 16/01: NO3 11,8/cambio acqua 40lt (30lt osmotica 10lt rubinetto)
- 17/01: 1G7+/1K7/0,5H24/1Fe & Mg
- 19/01: 0,5G7+/0,5H24/2Fe & Mg/10ml Bio Alganex
- 20/01: 0,5G7+/0,5K7/0,3H24
- 21/01: 0,5G7+/0,5K7/0,2H24
- 22/01: 0,5G7+/1K7/3Fe & Mg
- 23/01: 0,5G7+/0,5K7
- 24/01: 0,3G7+/0,5K7/0,2H24
- 25/01: 1G7+/0,5K7/0,3H24
- 26/01: 1G7+/0,5K7/2Fe & Mg
NO3 13/cambio acqua 30lt osmotica + 7gr. Integra GH+
- 27/01: 1G7+/0,5K7/3Fe & Mg
- 29/01: 1G7+/1K7/0,5H24
- 31/01: 1G7+/3Fe & Mg/2P7
PO4 0,09/Fe 0,12
- 01/02: 1G7+/1K7/0,3H24/10ml Bio Alganex/5ml Bacterya/5ml Bio Extra
GH 8/KH 4
- 02/02: 1G7+/1K7/3Fe & Mg
- 03/02: 1G7+/1K7/0,4H24/1P7/cambio acqua 50lt osmotica + 10gr. LINFA
NO3 16,9
- 04/02: 1G7+/1K7/0,4H24
- 05/02: 1G7+/1K7/0,4H24
- 07/02: 1G7+/1K7/0,4H24/2C7

Le Alghe
Il giorno 05/12/2010 si riscontra formazione di alghe verdi filamentose sulle piante sugli arredi, intervengo il giorno 06/12/2010b con cambio acqua per abbattere i NO3 rilevati a 22,8ppm usando 15lt (10 osmotica e 5 rubinetto). I NO3 così alti manifestano chiaramente un'ottima attività nitrificante dei batteri già colonizzati: per aumentarne l'efficienza introduco 5ml di équo Bacterya. Il Fe rilevato a 0,03ppm non sta contribuendo alla formazione di alghe, le piante sono in evidente clorosi sulle giovani foglie. Per combattere le alghe ed abbassare i NO3 inizio trattamento con équo Bio Extra con dosaggio di 1ml/64lt lordi al giorno per 5 giorni conservando la fiala aperta in frigorifero. Questo prodotto contiene vari ceppi batterici eterotrofi ed enzimi altamente efficienti che abbattono i nutrienti quali N e P (si utilizza anche per il marino come indicato dalla Azienda). Il giorno 15/12/2010 si nota chiaramente il viraggio del colore delle alghe filamentose dal verde al verde scuro (ved. foto sotto), segno che sono in regressione.
RETTIFICA del giorno 05/12/2010: comparsa di alghe verdi filamentose e alghe a barba di colore grigiastro/bruno. Proseguo con trattamento Bio-Alganex e cambi d'acqua per contrastare le filamentose verdi (già in stasi) e le alghe a barba che tendono a svilupparsi moderatamente per presenza massiccia di NO3. Il giorno 21/12/2010 dopo aver continuato con i trattamenti descritti sopra si rileva una concentrazione di NO3 pari a 10,6ppm che sarà necessario ancora monitorare per verificare probabile innalzamento o meno.
Il giorno 07/02/2011 si riscontra una lieve presenza algale (vedi foto sopra): gli interventi effettuati attraverso cambi d'acqua e somministrazione di Bio Alganex hanno determinato la drastica riduzione delle antagoniste. Sono state significative le costanti somministrazioni di batteri con i prodotti Bacterya e Bio Extra.


Le alghe filamentose 05/12/2010
alghe_filamentose1_equo_vasca_11_iannella_massimo
alghe_filamentose_equo_vasca_11_iannella_massimo
12/12/2010 - situazione alghe - inizio trattamento con Bio Extra giorno 11/12/2010
alghe_filamentose3_equo_vasca_11_iannella_massimo
15/12/2010 - situazione alghe al V giorno di fine trattamento con Bio Extra (1ml/giorno su 64lt lordi)
il colore delle alghe è verdo scuro, si nota inizio regressione delle verdi filamentose e comparsa delle Alghe a barba
alghe_filamentose4_equo_vasca_11_iannella_massimo