Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


RAP Forum

RAP Shop
Info
Contacts
Forum
Collaboratori di RAP
English Articles
Siti Amici
Wabikusa
Schede Piante
Articoli Tecnici
Tecniche Riproduzione
Foto Piante
Alghe
RAP Algae
Coltivazione Emersa
Allestimenti
Layout & Manutenzione
Illuminazione
Allevamento Caridine
YouTube Channel
Le News

Share on Facebook

Cinereum_riproLa coltivazione di piante acquatiche rare o poco conosciute in Europa è ancora prerogativa solo di pochissimi appassionati che, per reperire delle essenze introvabili e particolari, si scambiano fa loro steli, ciuffi o parti di piante da riprodurre. Questo "metodo" di scambio purtroppo porta molto spesso ad ottenere risultati poco apprezzabili per via delle spedizioni che danneggiano frequentemente i pacchi. Il rischio che si corre nell'ottenere una poltiglia di piante è alto, ma per un appassionato è importante possedere una determinata specie quando decide di "collezionarla" e sfidarne la coltivazione.Bolbitis ProthalliumCome si sa la rarità è legata all'irreperibilità della specie e alla difficoltà di coltivazione: troppo spesso le essenze acquatiche che non si trovano sul commercio sono destinate alla coltivazione solo per esperti in materia. Ma non è sempre così. Io personalmente, attraverso innumerevoli prove, ho potuto smentire molte notizie che circolano sul web, verificando che molte specie non presentano le difficoltà descritte. E’ ovvio che la maggior parte delle piante rare sono stupende, dai colori meravigliosi, tonalità cromatiche spettacolari, forme strane e comportamenti diversi rispetto alle piante comuni, ciò comporta in modo inequivocabile una competenza discreta e il rispetto di condizioni basilari in vasca. Tutto ciò per dire che molti fattori destinano tali essenze ad una nicchia ancora molto ristretta di acquariofili e le problematiche legate alla reperibilità di specie rare sono dovute maggiormente al fatto che vengono coltivate da pochissime persone in tutto il mondo.