Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


RAP Forum

RAP Shop
Info
Contacts
Forum
Collaboratori di RAP
English Articles
Siti Amici
Wabikusa
Schede Piante
Articoli Tecnici
Tecniche Riproduzione
Foto Piante
Alghe
RAP Algae
Coltivazione Emersa
Allestimenti
Layout & Manutenzione
Illuminazione
Allevamento Caridine
YouTube Channel
Le News

Share on Facebook

Premessa dell'Autore

Questo articolo non è una ricetta per combattere le Alghe verdi ma solo un metodo per il loro controllo senza introdurre prodotti anti-alga troppo costosi. E' necessario premettere che per avere successo, al di là delle strategie rappresentate in questa sede, è fondamentale una conduzione bilanciata dell'acquario agendo sulle cause che portano al predominio e sviluppo algale favorendo altresì la crescita delle piante attraverso le tre più importanti componenti si cui possiamo agire: luce, CO2 e fertilizzazione. Quando l'azione viene rivolta soprattutto "all'effetto" spesso è troppo tardi e riuscire a capovolgere la situazione in favore delle piante a volte è impossibile.

E' bene ricordare che il C7 (composto da Glutaraldeide) è una sostanza tossica che viene utilizzata come sterilizzante nei laboratori medici, etc. e che può causare danni molto seri agli esseri viventi animali e vegetali, in particolare quelli acquatici.

Il Carbonio C7 èquo

L'efficacia del Carbonio sotto forma di Glutaraldeide è conosciuta da tempo in acquariofilia, poche però sono le prove effettuate con sequenze fotografiche di reale effetto del prodotto sulle antagoniste. Ho effettuato alcuni test per osservare soprattutto la risposta dei muschi quando posti a concentrazioni alte di C7 e di conseguenza anche l'efficacia sulle alghe verdi.

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_5

Il Test

In una bacinella di circa 100ml di acqua ho aggiunto 5 gocce di C7 (circa 0,4-0,5ml), una piccola porzione di muschio Lippen Moss (Chiloscyphus polyanthos) e alcuni ciuffi di alghe verdi (a gomitolo) molto sviluppati. Dopo una settimana dalla somministrazione del carbonio l'efficacia del prodotto è confermata dalle foto che seguono: alcune parti di alghe verdi sono diventate bianche e sono morte, altre visibilmente degenerate mentre il muschio non ne ha risentito in alcun modo. Da sottolineare che in una prova precedente, con dosaggio pari a 10 gocce su 100ml, il Lippen Moss è diventato giallo-trasparente evidenziando notevoli danni nell'arco di soli 4-5 giorni - segno che la concentrazione del C7 era troppo alta.

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_1

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_2

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_3

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_4


I dosaggi

Di seguito si riportano le concentrazioni utilizzate dall'Autore:

- 4-6ml su 80lt al giorno - in vasche con presenza algale moderata-alta = efficace per combatterle - trattamento di tempo variabile da 1 settimana > 3 settimane circa

- 2-3ml su 80lt al giorno - in vasche con presenza algale lieve = efficace per combatterle - trattamento di tempo variabile da 1 settimana > 3 settimane circa

- 1ml su 80lt al giorno - in vasche con presenza algale assente = efficace per prevenirle - trattamento quotidiano

Il trattamento va eseguito per un periodo variabile e in concentrazioni che possono aumentare o diminuire in base alla risposta delle Alghe e delle piante presenti. I periodi di somministrazione in dosi elevate devono essere valutati anche in relazione alla presenza di pesci e caridine. Importante è effettuare somministrazioni quotidiane di mantenimento come prevenzione di sviluppo algale. Non superare mai del 50% in più le dosi indicate sopra.

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_10

Le piante più sensibili

Quando si procede alla somministrazione giornaliera del prodotto è fondamentale osservare con attenzione le foglie delle piante. Qualora si dovessero notare leggere trasparenze apicali bisogna interrompere subito l'apporto di C7 ed effettuare un corposo cambio d'acqua. Purtroppo molto spesso quando si manifestano queste degenerazioni è troppo tardi e le piante vengono danneggiate irreversibilmente sulle foglie e sui giovani steli. Le specie vegetali che vengono elencate sotto iniziano da quelle più sensibili al C7 (Glutaraldeide):

Riccardia sp. - attenzione - trattamento sconsigliato o a dosaggi molto bassi (<1ml/100lt)

Syngonanthus sp. - attenzione - trattamento sconsigliato o a dosaggi molto bassi (<1ml/100lt)

Tonina sp. - attenzione - trattamento sconsigliato o a dosaggi molto bassi (<1ml/100lt)

Vallisneria sp. - attenzione - trattamento a dosaggi bassi

Blepharostoma sp.

Monosolenium sp.

Cryptocoryne sp.

Hygrophila sp.

Ludwigia sp.

Eriocaulon sp.

Lindernia sp.

Cabomba sp.

 

Prima del trattamento

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_6

Dopo il trattamento

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_7

Prima del trattamento

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_8

Dopo il trattamento

Carbonio_C7_equo_contro_alghe_9