Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


RAP Forum

RAP Shop
Info
Contacts
Forum
Collaboratori di RAP
English Articles
Siti Amici
Wabikusa
Schede Piante
Articoli Tecnici
Tecniche Riproduzione
Foto Piante
Alghe
RAP Algae
Coltivazione Emersa
Allestimenti
Layout & Manutenzione
Illuminazione
Allevamento Caridine
YouTube Channel
Le News

Share on Facebook

9 caridiniamo roma rareaquaticplants massimo iannella

Mario Larosa e Massimo Iannella


Il 28 e il 29 Aprile 2012 si è tenuta a Roma, Comune di Fiumicino, la prima convention dell’AICAR, sotto l’egida di Caridine.it, dal nome di "CaridiniAmo?", mostra-meeting su Caridine ed altri crostacei d’acquario. All’evento ha dato il suo contributo anche RreAquaticPlants con una sua apposita zona espositiva all'interno dell’edificio nella Stazione Marittima di Fiumicino. Il tutto però è cominciato il 27 Aprile, quando una volta preparato l’occorrente ci si è imbarcati verso il meeting, tra attesa e ansia (fortunatamente subito scongiurata!). La macchina era caricata di tutto punto, con 4 vasche (tra cui Elos "Deep Forest"), varie piante madri, le nuove rocce e il Vuppa I targati ADA, i protocolli Seachem Aquavitro (in anteprima), Elos, EasyLife, numerosi starter di muschi (tutti omaggiati agli amici di Caridine.it al termine dell'evento), e "last but not least" una miriade di Kokedama. Giunti intorno all’ora di pranzo, dopo i saluti e le presentazioni con gli altri del gioviale staff di Caridine.it, si è iniziato subito con i preparativi, conclusi solo poco prima di cena con l’allestimento e le sistemazioni dei Kokedama e delle piante madri. Tutto questo mentre nel frattempo la massiccia batteria di vasche dedicata ai magnifici invertebrati dulciacquicoli andava formandosi, vantando tra le sue fila, varie Taiwan Bee, Black Diamond, Black Tiger, Sakura, Rili, CRS, Dennerli, CBS e molto altro, tra cui varie chicche, come Cambarellus spp. e la nostrana Atyaephyra desmaresti. Tutti questi gioielli con carapace provengono da alcuni dei migliori allevatori italiani riuniti nello staff e nei collaboratori dell’evento, ma anche da alcuni negozi che hanno prestato anche loro i relativi “pezzi pregiati”. Assieme a R.A.P. hanno
 
contribuito anche aziende del calibro di Equo ed Aqua1, oltre ad altre rivelazioni come la “Wild Light”, nonché attività commerciali come “Il Re dello zoo” di Pomezia. Una volta terminati i preparativi si arriva al sabato, alla prova del nove superata a pieni voti, come suggerisce l’affluenza per il neonato evento. Durante l’arco della giornata un flusso importante di appassionati ha raggiunto Fiumicino (da tutta Italia), per partecipare e visitare la convention. Non sono mancati confronti, domande, curiosità e suggerimenti sulla gestione di una vasca e dei suoi abitanti, su ipotetici problemi e soluzioni. La giornata scivola via tra la soddisfazione e la contentezza di tutti per quanto fatto, preparandosi per il gran finale di domenica. Domenica che arriva purtroppo portando con sé il maltempo, che comunque non arresta molti appassionati spinti nella capitale per l’evento (alcuni per il secondo giorno consecutivo). Anche la domenica la fanno da padrone domande su specie, tecnica, gestione, cui lo staff di R.A.P. e di Caridine.it/AICAR non hanno mai mancato di rispondere sapientemente e sempre col sorriso sulle labbra. Si arriva così alla sera del 29 Aprile, momento in cui si conclude tutto e si tirano le somme dell’evento capitolino. Il successo è stato al di sopra delle aspettative, riuscendo ad avere la massima resa con la minima spesa, e fà ben sperare per un bis nel 2013. Non sono mancati i visitatori e le richieste di ogni tipo, ma soprattutto non è mai mancata la convivialità, la simpatia, la rilassatezza e le risate, che hanno fatto di CaridiniAmo? un evento assolutamente da ripetere.

10 caridiniamo roma rareaquaticplants massimo iannella

Ringraziamenti (riportato dal topic su Caridine.it, intervento di Massimo Iannella)


Mario Larosa: un amico che mi aiuta in RAP come moderatore e collaboratore, affabile, sincero e dalla risata contagiosa. Un grande appassionato competente e attento che conosce molti aspetti biologici dell'acquariofilia di piante come pochi. Una spalla presente e indispensabile per scelte strategiche e logistiche.


Francesco di Fazio: che dire, per me le persone vere si riconoscono da ciò che hanno in fondo occhi, da quello che ti dicono soprattutto stando zitte: e allora anch'io lo faccio per dire grazie di cuore ad un amico sincero. Mi hai dato una lezione e tanto di più ad altri che non credevano in questa iniziativa. Mi sono arricchito grazie a te.


Rhino: schietto e meticoloso, mi piace il suo modo di NON arrendersi mai di fronte a nulla: un'altra lezione per me e tanti altri che sicuramente non hanno posto fiducia nelle sue intenzioni. Operoso e pronto, disponibile e sincero, un aiuto a portata di mano. Quando non lo trovi cerca bene nelle tasche perchè è lì che ti aspetta per sostenerti. Grazie davvero tanto anche a te Rino, un abbraccio e a presto.


Alberico: silenzioso e clinico, predisposto all'organizzazione e soprattutto a rendersi amico in pochi minuti: il suo aiuto è stato importante e lo ringrazio molto.


La lista sarebbe ancora lunga ma è fondamentale sottolineare la rilevanza e la riuscita di questo evento grazie a tutti voi ed in particolare a Cescolone e Rhino che hanno determinato senza dubbio questo risultato. Siete stati attenti, scaltri, intelligenti raggiungendo un risultato strabiliante. La pulizia, l'eleganza, la precisione, la predisposizione logistica , la funzionalità e fruibilità che avete reso per fare in modo di apprezzare al meglio gli animali nelle vasche è stata vincente. Neanche a Napoli Aquatica ed Acquabeach si è raggiunti un risultato del genere.