Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


Lobelia cardinalis wavy 4

RAP Shop
Info
Contacts
Forum
Collaboratori di RAP
English Articles
Siti Amici
Wabikusa
Schede Piante
Articoli Tecnici
Tecniche Riproduzione
Foto Piante
Alghe
RAP Algae
Coltivazione Emersa
Allestimenti
Layout & Manutenzione
Illuminazione
Allevamento Caridine
YouTube Channel
Le News

TUTTE LE FOTO E I TESTI SONO DI PROPRIETA' ESCLUSIVA DI MASSIMO IANNELLA, TUTTI I DIRITTI RISERVATI - QUALSIASI USO PARZIALE O TOTALE DOVRA' ESSERE AUTORIZZATO

Eriocaulon_sp_goias_inflorescence_adventis_plants  

Premessa di Iannella Massimo

I risultati ottenuti in questa pubblicazione sono di notevole importanza scientifica perché chiariscono in parte aspetti che attualmente sono totalmente sconosciuti, precisando che le mie fotografie nonché le osservazioni sono di scarsa o inesistente apparizione sul web nei siti di riferimento, caratterizzandosi come il primo studio pubblicato sulla specie Eriocaulon sp. ‘Goias’ sia di carattere hobbistico che botanico. E’ da precisare che tali osservazioni sulla specie in esame non sono state ancora effettuate sia in ambiente naturale che in cattività dalla comunità scientifica internazionale.

Tutte le procedure e le descrizioni sono di esperienza personale quindi soggette a modificazioni ed aggiornamenti. Le tecniche mostrate non garantiscono una buona percentuale di successo perché sono caratterizzate da interventi molto invasivi che compromettono la vitalità delle piante trattate. La risposta degli individui vegetali è diversa e varia in base a molti fattori. Per effettuare queste operazioni è necessario possedere conoscenze approfondite di coltivazione e botanica nonché buona manualità in florovivaismo. Consiglio questo genere di operazioni solo a coltivatori molto esperti.

Motivazione dell’applicazione

In questo trattato si rappresenta il sistema per mantenere in acquario la specie Eriocaulon sp. ‘Goias’ ma un simile discorso può essere fatto anche per altre specie di questo genere intervenendo con diverse metodologie e risposte che verranno pubblicate in seguito. Osservando l’ E. sp. ‘Goias’, in coltivazione da quasi 2 anni in alcune vasche, ho potuto constatare che per cause  legate principalmente all’abbassamento della temperatura (articolo trattato qui) la specie emette infiorescenze ed  altri apparati riproduttivi al fine di garantire la continuazione della specie come avviene in natura. Molti dei soggetti in questione...

Leggi tutto l'articolo qui

Altri articoli...