Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


rapshop online 1

Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: bilanciare la fertilizzazione

bilanciare la fertilizzazione 25/08/2014 18:36 #59647


  • Messaggi:68
  • Iack
  • ( Utente )
  • Fresh Boarder
  • Offline
ultimamente ho abbandonato i vari protocolli di fertilizzazione per utilizzare i prodotti VIMI, per ora li utilizzo su 3 vasche più o meno spinte... nella più piccola uso AIO e MICRO, e tutto sta procedendo al meglio, i miei dubbi riguardano le altre due vasche dove ho fertilizzato per 2 settimane senza fare test (non ero a casa e fertilizzavano in base alle indicazioni che ho lasciato), ora ho effettuato i test e questi sono i risultati:
entrambe le vasche hanno come fondo flourite con BOTTOM VIMI
- 300 litri, 4 pompate di AIO e 1 di MICRO al giorno
GH 6
KH 4
ph 6.6
NO3 8 ppm
PO4 0 ppm
Fe 1.5 ppm
ora ho naturalmente sospeso MICRO per l'eccesso di Fe, però se facciamo due conti il Fe inserito con MICRO è circa il 30% del totale, quindi se avessi utilizzato solo AIO avrei comunque il Fe a 1 ppm... in più si presentava una carenza di potassio abbastanza avanzata, mentre NO3 sono abbastanza corretti e PO4 completamente assenti...
in questo caso come mi dovrei comportare? utilizzando AIR avrei un rapporto più bilanciato di NO3/PO4, probabilmente anche il potassio sarebbe ok, ma avrei una dose ancora maggiore di Fe, gia in grandissimo eccesso...
- 30 litri, 2 pompate di AIO al giorno
GH 6
KH 4
ph 6.6
NO3 50 ppm
PO4 0.3 ppm
Fe 1.2 ppm
in questo caso è chiaro che 2 pompate erano troppo, ma la storia non è cambiata, eccesso di Fe e carenza di PO4, anche qui dovrei utilizzare AIR per bilanciare meglio il rapporto NO3/PO4, anche se le dosi sono da diminuire andrei comunque in ulteriore eccesso di Fe, quindi anche qui, come posso comportarmi?

Re: bilanciare la fertilizzazione 27/08/2014 15:09 #59683


  • Messaggi:160
  • gugli
  • ( Utente )
  • Junior Boarder
  • Offline
dove prendi l'acqua per misurare i fosfati? noti carenza di fosforo? noti rallentamenti di crescita? una panoramica sarebbe di aiuto anche per verificare la condizione generale. con questi prodotti tutto in uno è importante regolarsi nelle dosi anche in base ai cambi d'acqua, così si evitano accumuli/squilibri. prima di andare in vacanza cambiavi sempre l'acqua ogni due settimane?

Re: bilanciare la fertilizzazione 27/08/2014 16:05 #59685


  • Messaggi:68
  • Iack
  • ( Utente )
  • Fresh Boarder
  • Offline
l'acqua per i test la prendo dal fondo, infossando un paio di millimetri il beccuccio della siringa nella flourite, ho fatto varie prove anche nei punti dove circola acqua, ma fosfati prossimi allo zero..
andiamo con ordine:
300 litri, illuminazione 4x39 W T5, cambio 90 litri a settimana con RO+sali

WP_20140827_003.jpg


WP_20140827_004.jpg


WP_20140827_005.jpg


WP_20140827_006.jpg


ci sono un po' di alghe verdi e BBA, ma solo sui sassi, con il ferro a certi valori è quasi scontato.. si può vedere la carenza di potassio sulle hygrophila, prima di partire arano steli alti 25 cm, ora solo una decina perchè si era completamente defogliata la parte bassa e ho potato... le altre piante mi sembrano in salute.... le deformazioni sulla rotala ci sono perchè arrivano da un'altra vasca, come vedete i nuovi apici sono in salute...

questo invece è il 30 litri, cambio 10 litri a settimana con RO+sali, 24 W LEDs
qui nulla da dire se non che di carenza di fosforo non ne vedo, le piante sembrano radicare bene e non ci sono alghe... ho qualche problema di deformazioni apicali, ma le ho sempre avute anche con altre fertilizzazioni..

WP_20140826_003.jpg


un po' tutte le piante, soprattutto nel 300l sono sofferenti per mancanza di luce... durante la mia assenza alcune piante sono cresciute molto coprendo quelle sottostanti..

Re: bilanciare la fertilizzazione 27/08/2014 20:04 #59691


  • Messaggi:160
  • gugli
  • ( Utente )
  • Junior Boarder
  • Offline
nel 300 l hai fatto bene ad eliminare per ora il micro. comunque resta strano un accumulo di ferro, 1,5 ppm è davvero molto alto. secondo me se non vedi carenze di fosforo e le piante come sembra crescono bene, non ti fossilizzare troppo sul valore, piuttosto nelle due vasche con problemi fai un sostanzioso cambio d'acqua per resettare i valori (e magari dopo misura se puoi la conduttività), poi parti con AIO pensando a regolare solo i macro e a fine settimana prima del cambio controlli i vari valori e inoltre tieni monitorata la situazione per quanto riguarda i micro (in caso di carenze visibili sulle piante integrali con il prodotto specifico, ma parti a dosi molto ridotte, comunque questa situazione se si verifica, si verifica nelle settimane successive). quindi secondo me dopo un po' di settimane che procedi così riesci a regolare la fertilizzazione in base ai cambi d'acqua(eventuali accumuli vengono in parte eliminati), l'ideale è infatti cercare di avere una conduttività più o meno costante.
Ringraziano per il messaggio: RareAquaticPlants

Re: bilanciare la fertilizzazione 27/08/2014 20:28 #59693


  • Messaggi:68
  • Iack
  • ( Utente )
  • Fresh Boarder
  • Offline
intanto grazie per la risposta... per il 300 litri ho fatto 2 cambi a 3 giorni di distanza, alzando il valore dei PO4 a 0.8 ppm, ora riprendo con il cambio domenicale, e credo manterrò le stesse dosi di AIO senza MICRO, in teoria dovrebbero mantenersi più o meno giusti i valori di NO3.. la conducibilità la misuro ed è costante a 420, ora la misurerò più spesso per il fatto delle carenze di potassio..

quello che più mi preoccupa è il 30 litri, la luce è tanta e reagisce molto in fretta, dopo una modifica impiega massimo un paio di giorni per vederne i risultati, ma al mio ritorno i PO4 erano proprio bassissimi e a dimostrarlo le alghe verdi puntiformi che si erano formate sui vetri, ecco come si presentava al mio ritorno, 10 giorni fa..

WP_20140819_001.jpg


e i nitrati erano oltre i 50 ppm.... in questa vasca ci sono molte deformazioni apicali, ora sto alzando la quantità di calcio e magnesio per capire se può essere quello, perchè di micro non ne mancano con il Fe a 1 ppm..
ecco qualche foto delle carenze:

WP_20140827_008.jpg


WP_20140827_010.jpg


ora ho inserito anche le BOTTOM nel fondo, i colori sono migliorati ma queste carenze non se ne vanno...

Re: bilanciare la fertilizzazione 28/08/2014 10:26 #59700


  • Messaggi:160
  • gugli
  • ( Utente )
  • Junior Boarder
  • Offline
con moltissima luce anche io ho avuto sempre problemi di deformazione apicale (con tutti i fertilizzanti) e li ho riscontrati sempre su alcuni tipi di piante, tra cui la rotala, credo quindi che l'unica soluzione per ovviare almeno in parte a questo fenomeno sia quello di avere un fondo ricco di micro, in particolar modo in casi estremi come questo.

Re: bilanciare la fertilizzazione 28/08/2014 11:52 #59702


  • Messaggi:68
  • Iack
  • ( Utente )
  • Fresh Boarder
  • Offline
il problema è che di deformazioni ce ne sono anche su piante molto semplici come limnophila heterophylla, e pur avendo inserito le BOTTOM nel fondo non ci sono stati molti risultati incoraggianti.. ora sto portando il calcio a 40 mg/l e magnesio a 10 mg/l perché credo di aver provato tutte le soluzioni possibili e spero in un miglioramento.. a breve proverò AIR che dovrebbe oggi, vediamo poi come si comporteranno i valori..

Re: bilanciare la fertilizzazione 30/08/2014 08:45 #59719

Nel vascone hai carenza di PO4,
devi togliere tutte quelle galleggianti, ti assorbono troppi nutrienti e moltissima luce. La vasca in quella zona è in ombra:

WP_20140827_003.jpg


Le deformazioni apicali:
queste derivano da carenze minerali di microelementi come Boro, Zn, Cu, etc., da inibizioni tra gli stessi o indisponibilità per problemi sul pH (parlo in colonna). E' fondamentale stabilire equilibri giusti tra luce, CO2, fertilizzazione e quantità di piante presenti. Gestire un sistema "giungla" come il tuo e come ne ho io in mote vasche, è davvero complicato. Sul cubetto devi togliere piante, devi distanziarle bene per far ricevere più luce, CO2 e distribuire così meglio i nutrienti che fornisci.
Altra cosa importante: il rapporto tra luce, CO2 e fertilizzazione è determinante, le deformazioni apicali in un regime di concimazione idonea, derivano soprattuto dallp squilibrio di Luce e CO2. Devi capire dove è in ecceso o difetto.
Qui nel forum ho risolto problemi di questo genere a parecchi utenti facendo abbassare soltanto un tantino la CO2. Ciò perchè il Carbonio, elemento cardine e PRIMO fattore limitante, in eccesso aumenta troppo le aspettative del vegetale che si pone in attesa di troppi nutrienti/fattori. Così vale anche per la Luce. Quindi se crei "attesa" e poi non soddisfi le esigenze, per farla semplice e breve, le piante mostrano deformazioni apicali. E' proprio nei meristemi principali che si manifestano maggiormente perchè lì è presente un'attività velocissima di "costruzione" cellulare che richiede lo spostamento e l'utilizzo di molti elementi minerali, etc.
...non senza poter ammettere che questa passione fa credere in qualcosa, ci fa restare più umani nella straordinarietà di poter essere utili amando un mondo chiuso in un pugno.
Fuori, quattro vetri.
Ringraziano per il messaggio: G-Tank

Re: bilanciare la fertilizzazione 30/08/2014 17:48 #59721


  • Messaggi:68
  • Iack
  • ( Utente )
  • Fresh Boarder
  • Offline
grazie mille per avermi dato la tua opinione, devo dire che in questa settimana ho gia applicato alcune modifiche, principalmente abbassare CO2 e alzare KH e GH dell'acqua in modo da avere un pH compreso tra 6.8 e 7.. devo dire che hi avuto dei risultati molto positivi, le deformazioni sono diminuite moltissimo.. uno stelo di rotala stava iniziando a produrre foglie piccolissime e scure, normalmente dopo questo lo stelo bloccava la crescita e iniziava ad emettere getti laterali, ora ha ricominciato a crescere sano e molto velocemente.. ora mi sembra che i colori siano peggiorati, ma gia sono molto contento che le deformazioni siano diminuite, staremo a vedrre nei prossimi giorni...
so che le piante sono veramente troppe e le parti più basse non prendono luce, la maggior parte dei problemi me li creano gli steli di myriophyllum matogrossense, che in una settimana crescono oltre i 20 cm, oscurando buona parte della vasca..
gli eccessi di Fe e di fosfati nel 30 litri a cosa potrebbero essere dovuti?

Re: bilanciare la fertilizzazione 04/09/2014 16:57 #59820


  • Messaggi:68
  • Iack
  • ( Utente )
  • Fresh Boarder
  • Offline
sono passati pochi giorni ma gia le piante hanno reagito hai cambiamenti...
la prima modifica è stata portare il GH a 8 e nel giro di 2 giorni praticamente tutte le deformazioni apicali consistenti sono sparite, per poi rincominciare qualche giorno dopo...
per la CO2, dopo aver aumentato la durezza le piante probabilmente hanno iniziato a consumare di più ed è diminuita la concentrazione che durante le ultime 4 ore del fotoperiodo scendeva a 15 ppm... ora l'ho aumentata e durante il fotoperiodo varia da 25 a 30 ppm, mentre prima dell'accensione delle luci è intorno ai 35 ppm... devo regolarla in modo che non superi mai i 30 ppm?? naturalmente la concentrazione l'ho ricavata con la tabella di relazione pH e KH, quindi è teorica..
aumentando la durezza è aumentata in conseguenza anche la conducibilità, prima ero intorno ai 450/500 microS/cm, mentre ora sono a 640, l'acqua usata per il cambio è intorno ai 550 microS/cm... dovrebbe essere più bassa?
purtroppo devo aggiungere che i primi giorni le piante sono migliorate, ora invece stanno lentamente ripeggiorando, alcune stanno meglio di prima, altre che invece erano sane ora presentano deformazioni...
domani poterò e cercherò di fare qualcosa di ordinato, tenendo solamente 3/5 steli per ogni specie di pianta, così che prendano bene la luce e non si facciano ombra a vicenda...
ora utilizzo AIR e la situazione va meglio come valori... ieri sera avevo NO3 a 20ppm, Fe a 0.7ppm e PO4 a 0.5ppm... in ogni caso devo integrare costantemente PO4 che altrimenti scendono a 0.1/0.2 in 3/4 giorni...
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Tempo generazione pagina: 0.54 secondi