Per offrirti il miglior servizio possibile RareAquaticPlants utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies |Maggiori Informazioni


rapshop online 1

Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Chi lascia la strada vecchia per la nuova...

Re: Chi lascia la strada vecchia per la nuova... 26/11/2017 18:14 #67256


  • Messaggi:225
  • michifrans
  • ( Utente )
  • Junior Boarder
  • Offline
Anche a mè dispiace, è una settimana che provo ad entrare nel forum, senza nessun risultato. finalmente per caso, ho notato che è stato critto sul vecchio forum, e ho capito che ci siete ancora ( che solievo) perciò da oggi si riscrive qui?

Re: Chi lascia la strada vecchia per la nuova... 28/11/2017 11:21 #67258

Ciao Massimo,
so di che parli e conosci bene il mio pensiero in proporsito.
A mio avviso dovresti solo cambiare propspettiva e considerare ogni tentattivo, ogni esperimento, ogni innovazione, un successo, indipendentemente dal risultato.
Fallito è chi si arrende, chi perde la propria identità, chi si piega ai social subendo le mode.
Tu, come me, sei un artigiano, lavori alla vecchia maniera. Non conta il numero dei pezzi che produci ma la qualità del prodotto finito.
E allora dimentica i numeri, quelli non contano, sono solo numeri.
Vai avanti per la tua strada, segui il tuo istinto e sbaglia ancora se necessario, ma non abbassare la testa. E soprattutto non arrenderti.
Ad majora!
Ringraziano per il messaggio: RareAquaticPlants

Re: Chi lascia la strada vecchia per la nuova... 29/11/2017 14:25 #67261

beh guarda...caro Dario non ti nego che leggendo le tue parole ho sorriso più volte, e ti ringrazio per questo pensiero che mi fa ricordare tante e tante cose.
E' vero, siamo artigiani, quelli che prima si sporcano le mani e poi mettono "due" parole scritte nei forum. Hai ragione sul fatto di insistere e non mollare e di questo supporto te ne sono grato lo sai... ma in me però a volte nasce una profonda tristezza nel pensare di quanto abbiamo fatto e dato a questo hobby, di quello scritto nei forum, articoli, degli incontri e tanto altro ancora.
Tutto quello che vivevo ieri, oggi non esiste quasi più. Sei messo a terra e contrapposto, anche in malo modo, da chi ad es. ha allestito un acquario senza piante, da chi spesso non ricorda neppure la propria origine. Questo a volte fa un po male.

Si è vero, i numeri non contano ma adesso abbiamo poca "reazione" di fronte al fenomeno Social. Qualcuno resiste ma non basta. Dobbiamo pensare a qualcosa di nuovo o semplicemente sederci per un po, e finalmente riposare aspettando il domani lasciando fare agli altri
...non senza poter ammettere che questa passione fa credere in qualcosa, ci fa restare più umani nella straordinarietà di poter essere utili amando un mondo chiuso in un pugno.
Fuori, quattro vetri.

Re: Chi lascia la strada vecchia per la nuova... 29/11/2017 14:48 #67262

Le rivoluzioni si fanno anche in silenzio, proseguendo per la propria strada, senza voler dimostrare nulla. Senza compromessi o cambiamenti di casacca, mantenendo la propria identità e ricordando sempre il nostro passato ed il nostro presente, che sono le uniche cose che ci qualificano.
Tutto quello che "vivevi ieri" esiste ancora, ha solo cambiato forma. Cambia prospettiva Massimo, altrimenti rischi di arenarti.
Abbiamo fatto la storia dell'acquariofilia italiana e nulla di ciò che è stato sarebbe stato se non ci fosse stata una cordata di esploratori che avesse avuto il desiderio di mettersi in discussione.
10 o 10.000 utenti non mi faranno mai cambiare opinione. Continuerò a rispettare chi vive l'acquariofiia in modo diverso dal mio, ma combatterò sempre come una tigre affinchè quello stesso rispetto mi venga garantito.
Ringraziano per il messaggio: RareAquaticPlants

Re: Chi lascia la strada vecchia per la nuova... 29/11/2017 15:58 #67263

grazie della "ricarica", ne avevo bisogno.
E allora, si riparte
...non senza poter ammettere che questa passione fa credere in qualcosa, ci fa restare più umani nella straordinarietà di poter essere utili amando un mondo chiuso in un pugno.
Fuori, quattro vetri.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
Tempo generazione pagina: 0.27 secondi